Apr 282021
 

Questo progetto, nasce con l’intento di colmare il gap tra la scuola e il mondo digitale in cui viviamo preparando gli studenti, seppur in questa fascia d’età (scuola media), ad affrontare i successivi impegni scolastici ma soprattutto a prepararli per le nuove professioni che il mondo del lavoro proporrà loro. Durante il corso, apprenderanno l’uso dei più importanti software per la progettazione digitale, quali AutoCAD© e SketchUp© oggi forniti gratuitamente agli studenti anche su piattaforma GSuite, con l’obiettivo di realizzare un modello 3D architettonico al computer. In questo modo gli studenti sperimenteranno, procedure e attività tipiche di uno studio professionale acquisendo competenze digitali uniche ed evidentemente spendibili. Con la guida del docente, i ragazzi di una terza digitale 2.0 (22 alunni della 3H della scuola media Dante Alighieri di Catania), percorreranno tutti i passi del processo progettuale e creativo, sviluppando in modo autonomo e ripetibile azioni digitali atte a consentire loro di riuscire a realizzare un progetto 3D dalle basi fino al modello completo fino alla sua successiva presentazione su piattaforma digitale o social network sotto forma di animazione video.

Il progetto consta delle seguenti fasi:

  • raccolta dei materiali necessari attraverso una ricerca su Internet, come planimetrie, alzati, sezioni, foto e schemi quotati;
  • scalatura e correzione delle immagini raster, attraverso software quali Photoshop© o GIMP, così da poterle utilizzare come base per il progetto digitale sul CAD;
  • inserimento e dimensionamento della planimetria raster sul CAD come base da cui sviluppare il modello 3D;
  • disegno 2D e 3D del progetto utilizzando gli strumenti forniti dal CAD per la realizzazione di pareti, porte, finestre, falde e di tutti gli altri elementi;
  • inserimento delle texture e degli oggetti per rendere più realistico il progetto;
  • animazione con tecniche tipo fly-through e confezionamento con audio e sottotitoli per la presentazione digitale.
INDICE
MATERIALE RACCOLTO DALLA RETE
L’AMBIENTE DI LAVORO
LA DAD
GLI STEPS
I PRODOTTI FINALI DEGLI ALUNNI
LE ANIMAZIONI VIDEO
IL PITCH
IL VIDEO DEL PROGETTO PER LA FINALE DEL 28 APRILE

La prima attività, già svolta, è stata quella di selezionare sulla rete un progetto già esistente di cui fosse presente sufficiente materiale per poter iniziare il lavoro digitale. Nella pianta di copertura, vengono fornite le dimensioni generali e da queste si è partiti per poter proporzionare e scalare il progetto da caricare successivamente sul CAD.

MATERIALE SELEZIONATO DALLA RETE
PIANTA PIANO TERRA PIANTA PIANO PRIMO PIANTA COPERTURA
PROSPETTO FRONTALE PROSPETTO POSTERIORE PROSPETTO LATERALE
PROSPETTO LATERALE VISTA 1 VISTA 2
 
VISTA 3 VISTA 4  

In un secondo momento attraverso l’uso di programmi per grafica raster, si sono scalate, scontornate e composte in un’unica tavola di lavoro le viste principali e il piano terra di riferimento:

Scontorno e montaggio effettuati su Adobe Photoshop®

A questo punto si è provveduto a caricare la pianta del piano terra sul CAD. È stata utilizzata l’ultima versione del CAD tridimensionale SketchUp for School® precariato dal docente sulla GSuite scolastica a cui ogni studente può accedere gratuitamente attraverso le proprie credenziali scolastiche. Questa prima parte del lavoro si è svolta in modalità sincrona durante la DDI nel mese di gennaio 2021.

Immagine raster caricata su SketchUp for School da ciascun studente

Ogni studente, attraverso la guida del docente ha provveduto a scalare l’immagine in modo che le sue proporzioni ricalcassero in qualche modo quelle reali. Per far ciò, sono stati presi alcuni elementi della planimetria le cui misure sono universalmente standard, come la dimensione delle porte interne (80cm) o dei muri esterni (circa 44cm). Questo ha consentito di verificare che anche le altezze sui prospetti fossero rispettate, verificando un’altezza complessiva di circa 3 metri.

L’AMBIENTE DI LAVORO

Quando non in DAD, il lavoro è svolto in classe con il dovuto distanziamento. Si tratta di aule speciali, realizzate per classi di questo tipo. Torrette fissate al pavimento, portano cablaggio e alimentazione a tutte le postazioni. In origine la classe, in periodo pre-pandemico, era organizzata in isole con speciali banchi modulari, ma per ovvie ragioni, l’attuale disposizione è per banchi singoli. LIM e cablaggio 5G completano la dotazione dell’aula, realizzata tramite fondi europei.

GLI STUDENTI DEL CORSO ALL’OPERA (25-03-2021)
FOTO#1 FOTO#2 FOTO#3
FOTO#4 FOTO#5 CONFIGURAZIONE ORIGINALE CLASSE

 

LA DAD

Il carattere prevalentemente digitale, la possibilità di lavorare in remoto, la condivisione dei file, la specificità del progetto, hanno dimostrato come gli aspetti e le metodologie digitali a scuola possano essere di grande aiuto in momenti come questo, ma anche come alcune attività didattiche possano regolarmente essere svolte a distanza.

Infatti, la prima parte di questo lavoro, è stata svolta da remoto, da casa, durante un periodo di lockdown, periodo in cui solo le attività svolte in Didattica a Distanza potevano consentire una continuità scolastica altrimenti impossibile. Questo progetto ha dimostrato che la scuola poteva continuare, e che poteva farlo essendo ancora di più strumento di apprendimento e formazione per i discenti. Gli alunni hanno partecipato tutti in maniera appassionata e coinvolgente ed anche quelli normalmente più svogliati e meno partecipativi si sono entusiasmati e hanno lavorato costantemente ed in modo produttivo. Silenzio e attenzione alle spiegazioni, partecipazione con domande e interventi, proposte, tutoraggio tra pari, sono stati alcuni degli elementi positivi rilevati.

STEP#01

Il primo passo è stato quelle do costruire la struttura dei LAYER (livelli) ed iniziare il disegno digitale della planimetria. Gli studenti hanno costruito una griglia virtuale usando il comando MISURA, così da poter poi disegnare con lo strumento LINEA il profilo dei muri del nostro progetto.

PRIMI ELEBORATI PRODOTTI DAI RAGAZZI E CONDIVISI SU CLASSROOM E VALUTATI (18-02-21)
GIANLUIGI BRAILE FEDERICO BUREMI RICCARDO CARBONE
ILARIA CARUSO DANIELE CHIARENZA MORGAN CRASTA
ANNALISA MAZZA MARCO MIRABELLA GABRIELE PISCOPO
ADRIANO PONZIO VITTORIA RICCIOLI CLAUDIA RODOGNO
AURORA TRINGALI MATTEO VALASTRO  GIORGIO SCALIA

 

STEP#02

Nella seconda attività, si è passati al disegno tridimensionale. Con lo strumento SPINGI/TIRA, si è dato sviluppo alle pareti della costruzione e in un secondo momento si è provveduto a realizzare le necessarie bucature dove dovranno essere posizionati gli infissi.

SVILUPPO TRIDIMENSIONALE E INSERIMENTO BUCATURE SULLA PIANTA (25-02-21)
GIANLUIGI BRAILE FEDERICO BUREMI RICCARDO CARBONE
ILARIA CARUSO DANIELE CHIARENZA MORGAN CRASTA
MATTEO VALASTRO MARCO MIRABELLA GABRIELE PISCOPO
ADRIANO PONZIO VITTORIA RICCIOLI CLAUDIA RODOGNO
AURORA TRINGALI GINEVRA GALIANO CAROLA INDELICATO
TERESA GIORDANO NICOLE REINA ANNALISA MAZZA
   
GIORGIO SCALIA

 

STEP#03

Superata la fase iniziale di approccio con l’interfaccia del programma e l’uso degli strumenti, gli alunni iniziano ad essere autonomi ed in grado di svolgere attività più complesse. L’attività proposta è quella di creare i serramenti esterni ed interni del progetto utilizzando in parte i comandi già appresi e inserendone di nuovi.

In questa attività sono stati implementati il comando OFFSET, per generare copie a distanza regolare di superfici, necessarie per realizzare i buchi sugli infissi. Si è ulteriormente approfondito il comando TAG e l’uso dei livelli. E’ stato spiegato ed utilizzato il comando CREA BLOCCO per la gestione di oggetti complessi e non modificabili. Si è utilizzato ancora una volta il comando SPOSTA e cui è stato aggiunto il comando RUOTA, necessario per ribaltare oggetti creati su piani differenti (ad esempio una porta creata sul piano orizzontale è stata poi messa in verticale.

 INSERIMENTO DEGLI INFISSI ESTERNI E DELLE PORTE INTERNE (04-03-21)
GIANLUIGI BRAILE FEDERICO BUREMI RICCARDO CARBONE
ILARIA CARUSO DANIELE CHIARENZA MORGAN CRASTA
MATTEO VALASTRO MARCO MIRABELLA GABRIELE PISCOPO
ADRIANO PONZIO VITTORIA RICCIOLI CLAUDIA RODOGNO
AURORA TRINGALI PAOLO PIUMA GINEVRA GALIANO
CAROLA INDELICATO TERESA GIORDANO NICOLE REINA
   
MAZZA ANNALISA  – – 

 

STEP#04

In questa fase del lavoro, si è realizzato il secondo livello della costruzione, lasciano in questo modo spazio agli studenti di utilizzare in autonomia i comandi già acquisiti. Sono stati, inoltre, aggiunti step successivi al fine di riuscire ad inserire nuove immagini (la planimetria del secondo livello) e mettere in relazione i due differenti livelli della costruzione. Ai comandi già utilizzati sono stati aggiunti INSERISCI, MOLTIPLICA, TAG, SELEZIONE SELETTIVA.

La consegna prevede la completa realizzazione del secondo livello in assoluta autonomia, al fine di verificare le competenze acquisite e la capacità di saperle utilizzare compiutamente.

REALIZZAZIONE DEL SECONDO LIVELLO CON INSERIMENTO INFISSI ESTERNI E INTERNI (11-03-21)
GIORGIO SCALIA FEDERICO BUREMI RICCARDO CARBONE
ILARIA CARUSO DANIELE CHIARENZA MORGAN CRASTA
MATTEO VALASTRO NICOLE REINA GABRIELE PISCOPO
ADRIANO PONZIO VITTORIA RICCIOLI CLAUDIA RODOGNO
AURORA TRINGALI PAOLO PIUMA GINEVRA GALIANO
CAROLA INDELICATO TERESA GIORDANO NUCIFORA GIADA

 

STEP#05

In questa fase si è provveduto a completare il piano primo con la costruzione del tetto. Una volta rilevate le misure in pianta e alzato delle due falde, si è proceduto alla sua costruzione separatamente sullo spazio di lavoro. Completato questo passaggio, si è sovrapposto ad altezza corretta il tetto, facendo intersecare tutte le superfici. Grazie, poi, al comando INTERSECA LE FACCE CON IL MODELLO, gli alunni hanno appreso la possibilità di intersecare volumi e di farli compenetrare tra di loro potendo poi eliminare le parti in eccesso. A completamento del lavoro quotidiano, si sono realizzate in autonomia, le finestre inclinate mancanti.

REALIZZAZIONE DEL TETTO E COMPLETAMENTO DEL PRIMO LIVELLO (18-03-21)
GIORGIO SCALIA FEDERICO BUREMI RICCARDO CARBONE
ILARIA CARUSO DANIELE CHIARENZA MORGAN CRASTA
MATTEO VALASTRO MIRABELLA MARCO GABRIELE PISCOPO
ADRIANO PONZIO VITTORIA RICCIOLI CLAUDIA RODOGNO
AURORA TRINGALI PAOLO PIUMA MAZZA ANNALISA
   
CAROLA INDELICATO  – – 

 

STEP#06

In questa fase gli alunni si son cimentati con la costruzione della scala interna, da inserire nell’apposito spazio ricavato tra le pareti interne. Sono stati utilizzati i comandi MOLTIPLICA in una direzione a cui si è aggiunto il MOLTIPLICA IN ROTAZIONE per la parte a ventaglio della scala. Si è, inoltre, provveduto alla pulizia di eventuali linee rimaste dopo l’intersezione tra solidi, ossia tra il corpo della scala e i muri laterali. Gli alunni hanno anche verificato il corretto sbarco della scala al piano superiore.

REALIZZAZIONE DEL TETTO E COMPLETAMENTO DEL PRIMO LIVELLO (25-03-21)
GIANLUIGI BRAILE FEDERICO BUREMI RICCARDO CARBONE
ILARIA CARUSO DANIELE CHIARENZA MORGAN CRASTA
GINEVRA GALIANO CAROLA INDELICATO ANNALISA MAZZA
MARCO MIRABELLA GABRIELE PISCOPO PAOLO PIUMA
ADRIANO PONZIO VITTORIA RICCIOLI CLAUDIA RODOGNO
GIORGIO SCALIA AURORA TRINGALI MATTEO VALASTRO 

 

STEP#07

Fase importantissima, perché gli alunni cominciano a vedere i frutti di tutto il loro lavoro e iniziano ad essere autonomi nell’uso dei comandi e anche capaci di spingersi oltre sperimentando e curiosando tra le opzioni del software.

L’attività guidata prevedeva la costruzione dei solai, inferiore, ossia di attacco a terra e intermedio, cioè quello tra i due piani dell’unità abitativa al fine di poter poi assemblare le due parti nell’unico corpo dell’edificio.

In questa fase sono stati utilizzati i nuovi comandi VISTA A RAGGI X, e visualizzazione in WIREFRAME, SOLID, OMBREGGIATO CON TEXTURE, MONOCROMO. Visualizzazione e impostazione delle viste tridimensionali, ossia come osservare un oggetto e come spostare il punto di vista sono stati i nuovi elementi appresi. Saper osservare in assonometria oppure in prospettiva, spostare il fuoco dell’obiettivo e cercare la migliore inquadratura sono state le competenze acquisite in questa lezione.

COSTRUZIONE DEI SOLAI E MONTAGGIO DELLA STRUTTURA (8-04-21)
GIORGIO SCALIA FEDERICO BUREMI RICCARDO CARBONE
ILARIA CARUSO DANIELE CHIARENZA MORGAN CRASTA

AURORA TRINGALI CLAUDIA RODOGNO MATTEO VALASTRO
MARCO MIRABELLA GABRIELE PISCOPO PAOLO PIUMA
ADRIANO PONZIO NICOLE REINA CLAUDIA RODOGNO
   
GIADA NUCIFORA    

 

STEP#08

Finalmente progettisti, dopo aver completato la parte strutturale, inizia la fase di personalizzazione, quella in cui ognuno di loro si cimenta con la propria capacità creativa, la propria fantasia, i propri gusti.

Guidati dal docente scoprono la WAREHOUSE, una repository interna al programma dove ogni utente mette a disposizione di tutti, oggetti, vegetazione, arredi, ed ogni possibile elemento che possa contribuire ad arricchire e personalizzare il proprio progetto. Ognuno di loro si è sbizzarrito inserendo ciò che il proprio immaginario riteneva importante e attraverso una ricerca mirata, sotto la supervisione del docente i ragazzi hanno scaricato le texture, ossia foto dei materiali e delle finiture superficiali che hanno poi IMPORTATO e INSERITO nel proprio progetto.

Mattoni, tegole, pietre naturali, erba per il prato hanno contribuito a rendere molto più realistico e d’effetto il proprio lavoro, studiando contemporaneamente le inquadrature migliori e più efficaci per rendere interessante e accattivante quanto realizzato.

Si è trattata di una fase importante, forse la più complessa, quella in cui ciascuno si è dovuto confrontare con la propria capacità di scelta per cercare un bilanciamento tra la loro irruente inesperienza e la necessità di presentare un progetto equilibrato e non eccessivo.

Un lavoro complesso di selezione e ricerca, di bilanciamento e proporzionamento che ha dato in alcuni casi incredibili risultati e mostrato una grande capacità di sapersi mettere in gioco nonostante la giovane età.

PERSONALIZZAZIONE E FINALIZZAZIONE DEL PROGETTO (15-04-21)
GIANLUIGI BRAILE FEDERICO BUREMI RICCARDO CARBONE
ILARIA CARUSO DANIELE CHIARENZA MORGAN CRASTA
TERESA GIORDANO CAROLA INDELICATO ANNALISA MAZZA
MICHAEL MILAZZO MARCO MIRABELLA GINEVRA GALIANO
GABRIELE PISCOPO PAOLO PIUMA ADRIANO PONZIO
NICOLE REINA VITTORIA RICCIOLI CLAUDIA RODOGNO 
GIORGIO SCALIA AURORA TRINGALI MATTEO VALASTRO

 

I PRODOTTI FINALI













LE ANIMAZIONI VIDEO

IL PITCH

IL VIDEO DEL PROGETTO PER LA FINALE DEL 28 APRILE

Dic 242020
 
COPRIPILASTRO
DATI PER LA COSTRUZIONE:
1 Le misure sono sovrimpresse sul disegno
FIGURA DI RIFERIMENTO:

CONSEGNE:
1 2
C.A.D. P. ORTOGONALI
TUTORIAL:

Realizza il profilo esterno del copripilastro secondo le misure indicate. Poi disegna la base circolare e con il comando Seguimi ruota il profilo fino ad ottenere il modello completo. A questo punto applicate un materiale per completare il progetto.

IMMAGINI:

Dic 132020
 
COLONNINA
DATI PER LA COSTRUZIONE:
1 Le misure sono sovrimpresse sul disegno
FIGURA DI RIFERIMENTO:

Clicca per ingrandire

CONSEGNE:
1 2
C.A.D. P. ORTOGONALI
TUTORIAL:

Step#1 – realizza il profilo esterno della colonnina secondo le misure indicate. Una volta completato, traccia il suo perimetro di base con il comando rettangolo.

Step#2 – con il comando seguimi seleziona questo rettangolo di base:

Step#3 e #4 – poi seleziona la superficie con il profilo della colonnina. Questa automaticamente seguirà il perimetro del rettangolo di base costruendo il solido completo.

Step#5 – per completare la colonnina con i rientri sulle 4 facce, selezioniamo il comando strumento e clicchiamo su una delle 4 facce del solido così da duplicare verso l’interno il suo perimetro di una misura pari a 1,5cm;

Step#6 – con il comando spingi/tira, spingiamo il profilo verso l’interno di 0,5cm. Ripetiamo i passi #5 e #6 su tutte e 4 le facce del solido:

IMMAGINI:

Dic 072020
 
SCACCHI LA REGINA
DATI PER LA COSTRUZIONE:
1 Le misure sono sovrimpresse sul disegno
FIGURA DI RIFERIMENTO:

Clicca per ingrandire

Procedura da utilizzare con il comando SEGUIMI

CONSEGNE:
1 Realizza il modello tridimensionale utilizzando il programma C.A.D. SketchUp
2 Realizza le proiezioni ortogonali utilizzando un programma C.A.D. tipo AutoCAD oppure graficamente sul foglio da disegno
TUTORIAL:

Realizza il profilo chiuso del pezzo da gioco secondo le misure indicate, poi con il comando Seguimi, dopo aver disegnato il cerchio di base per la rotazione, ruota il profilo fino ad ottenere il modello completo. A questo punto applica un materiale per completare il progetto.

IMMAGINI:

Dic 072020
 
SCACCHI L’ALFIERE
DATI PER LA COSTRUZIONE:
1 Le misure sono sovrimpresse sul disegno
FIGURA DI RIFERIMENTO:

Clicca per ingrandire

CONSEGNE:
1 Realizza il modello tridimensionale utilizzando un programma C.A.D. tipo SketchUp
2 Realizza le proiezioni ortogonali utilizzando un programma C.A.D. tipo AutoCAD oppure graficamente sul foglio da disegno
TUTORIAL:

Realizza il profilo chiuso del pezzo da gioco secondo le misure indicate, poi con il comando Seguimi, dopo aver disegnato il cerchio di base per la rotazione, ruota il profilo fino ad ottenere il modello completo. A questo punto applica un materiale per completare il progetto.

IMMAGINI:

Nov 282020
 
SCALA AD ARCO
DATI PER LA COSTRUZIONE:
1 GRADINO: lato1 = 4 cm / lato2 = 2 cm / altezza = 1,5 cm
2 ARCO: raggio = 4,5 cm
FIGURA DI RIFERIMENTO:

Clicca per ingrandire

CONSEGNE:
1 2
3
4
5
PROIEZIONI ISOMETRICA MONOMETRICA CAVALIERA PROSPETTIVA
TUTORIAL:

Questo esercizio non dispone di tutorial esplicativi perché presuppone la conoscenza delle tecniche di consegna. Si consiglia, quindi, di assegnarlo solo dopo aver fatto svolgere diversi esercizi e solo quando si riterranno i propri alunni capaci di poterlo svolgere autonomamente.

ARGOMENTI CORRELATI:
1
2
Nov 182020
 
SCACCHI IL PEDONE
DATI PER LA COSTRUZIONE:
1 Le misure sono sovrimpresse sul disegno
FIGURA DI RIFERIMENTO:

Clicca per ingrandire

CONSEGNE:
1 Realizza il modello tridimensionale utilizzando un programma C.A.D. tipo SketchUp
2 Realizza le proiezioni ortogonali utilizzando un programma C.A.D. tipo AutoCAD oppure graficamente sul foglio da disegno
TUTORIAL:

Realizza il profilo chiuso del pezzo da gioco secondo le misure indicate, poi con il comando Seguimi, dopo aver disegnato il cerchio di base per la rotazione, ruota il profilo di 360° fino ad ottenere il modello completo. Per completare il progetto, applica un colore o un materiale a piacere.

IMMAGINI:

Nov 162020
 
BOTTIGLIA
DATI PER LA COSTRUZIONE:
1 Le misure sono sovrimpresse sul disegno
FIGURA DI RIFERIMENTO:

Clicca per ingrandire

CONSEGNE:
1 2
C.A.D. P. ORTOGONALI
TUTORIAL:

Realizza il profilo esterno della bottiglia secondo le misure indicate, poi con il comando Strumento, duplicate il profilo in modo da avere anche quello interno con spessore costante. A questo punto, con il comando Seguimi ruotate il profilo fino ad ottenere il modello completo. A questo punto applicate un materiale per completare il progetto.

IMMAGINI:
Nov 152020
 
SCACCHI LA TORRE
DATI PER LA COSTRUZIONE:
1 Le misure sono sovrimpresse sul disegno
FIGURA DI RIFERIMENTO:

Clicca per ingrandire

CONSEGNE:
1 2
C.A.D. P. ORTOGONALI
TUTORIAL:

Realizza il profilo chiuso del pezzo da gioco secondo le misure indicate, poi con il comando Seguimi, dopo aver disegnato il cerchio di base per la rotazione, ruota il profilo fino ad ottenere il modello completo. Disegna poi una croce con le misure fornite nella pianta in alto e interseca i due solidi. Posizionala poi sul pezzo e con il comando Interseca Le Facce Con il Modello, unisci le due figure. A questo punto cancella le parti in eccesso e applica un materiale per completare il progetto.

IMMAGINI:

Clicca per ingrandire

Nov 142020
 
SCACCHI IL RE
DATI PER LA COSTRUZIONE:
1 Le misure sono sovrimpresse sul disegno
FIGURA DI RIFERIMENTO:

Clicca per ingrandire

CONSEGNE:
1 2
C.A.D. P. ORTOGONALI
TUTORIAL:

Realizza il profilo chiuso del pezzo da gioco secondo le misure indicate, poi con il comando Seguimi, dopo aver disegnato il cerchio di base per la rotazione, ruota il profilo fino ad ottenere il modello completo. Disegna poi la croce con il comando spingi/tira, dalle volume. Posizionala poi sul pezzo e con il comando Interseca Le Facce Con il Modello, unisci le due figure. A questo punto smussa gli spigoli o applica un materiale per completare il progetto.

IMMAGINI:

Clicca per ingrandire

Ott 052020
 
ZIG ZAG CHAIR
DATI PER LA COSTRUZIONE:
1 Le misure sono sovrimpresse sul disegno
FIGURA DI RIFERIMENTO:

Clicca per ingrandire

CONSEGNE:
1 2
C.A.D. P. ORTOGONALI
TUTORIAL:

Per semplificare la costruzione di questa sedia geometrica, disegnate prima il parallelepipedo che la inscrive, poi su un lato il suo profilo e stracciatelo con il comando spingi/tira. Poi correggete con il comando sposta le diverse larghezze dei piani, avendo l’accortezza che rimangano collegati tra di loro.

IMMAGINI:

ARGOMENTI CORRELATI:
1 C.A.D.: HILL HOUSE CHAIR
2 C.A.D.: BERLIN CHAIR
3 C.A.D.: STELTMAN CHAIR
Ott 032020
 
WIGGLE CHAIR
DATI PER LA COSTRUZIONE:
1 Le misure sono sovrimpresse sul disegno
FIGURA DI RIFERIMENTO:

Clicca per ingrandire

Clicca per ingrandire

CONSEGNE:
1 2
C.A.D. P. ORTOGONALI
TUTORIAL:

Per semplificare la costruzione di questa sedia geometrica, disegnate prima il profilo seguendo lo schema e le dimensioni del secondo disegno, poi con il comando spingi/tira fate l’estrusione di tutto il profilo.

IMMAGINI:

ARGOMENTI CORRELATI:
1 C.A.D.: HILL HOUSE CHAIR
2 C.A.D.: BERLIN CHAIR
3 C.A.D.: STELTMAN CHAIR
Ott 022020
 
HILL HOUSE CHAIR
DATI PER LA COSTRUZIONE:
1 Le misure sono sovrimpresse sul disegno
FIGURA DI RIFERIMENTO:

Clicca per ingrandire

CONSEGNE:
1 2
C.A.D. P. ORTOGONALI
TUTORIAL:

Per semplificare la costruzione di questa sedia geometrica, disegnate per primo l’ingombro a terra (ossia la sua proiezione) e poi tirate su i piedi e dopo la spalliera. Disegnate i profili curvi, realizzatene un “gruppo” e moltiplicatelo in altezza. Collegate poi i piedi con le traversine e i poggia piedi ed infine realizzate la seduta.

IMMAGINI:

ARGOMENTI CORRELATI:
1 C.A.D. STRUMENTO LINEA
2 C.A.D. STRUMENTO SPINDI/TIRA
3 C.A.D. STRUMENTO SPOSTA