UN VETRO COME UN DIAMANTE

 Innovazioni, Materiali  Commenti disabilitati su UN VETRO COME UN DIAMANTE
Feb 272017
 

PROTECTPAX_Scroll

A chi non è mai capitato di vedere volare per terra il proprio smartphone e vederlo andare in frantumi?. Una esperienza sicuramente non piacevole. Oggi sono diversi i sistemi di protezione che si possono utilizzare per rendere più sicuri i nostri dispositivi o per rendere minore la probabilità di un danno grave come quello appena descritto. Tra i sistemi adottati, pellicole, gusci o altre bizzarre soluzioni, quella sviluppata da un paio di ingegnosi inventori, Pascal Buchen e Anthony Fllipik, è sicuramente una di quelle di cui sentiremo ancora parlare.

ProtectPax02

La loro invenzione denominata ProtectPax altro non è che una miscela di nanoparticelle di titanio che si presentano allo stato liquido e se spalmate sul dispositivo, lo rendono impermeabile, indistruttibile, resistente ai graffi e persino alle cadute. Nei test le immagini mostrano un terminale sottoposto ad ogni tipo di tortura, come ad esempio le martellate o il calpestamento da parte di un’auto.

ProtectPax03

Questo per far capire la grande azione realizzata dal prodotto. In pratica questo liquido, versato sul terminale, può essere spalmato letteralmente con un dito su tutta la superficie e bisogna poi lasciarlo agire per circa 10 minuti, cioè il tempo necessario ad asciugarlo. Da quel momento in poi potremo fare di tutto al nostro telefonino, sicuri che sarà protetto come all’interno di una corazza.

In pratica, il ProtectPax, questo composto di nanoparticelle di titanio, non fa altro che depositarsi sulla superficie e andare a riempire le minuscole porosità presenti su di essa rendendo le superfici, compreso il vetro, fino a 6 volte più resistenti. Inoltre. è completamente trasparente, questo fa in modo che resti garantita la funzionalità del vetro e attive tutte le caratteristiche touch dello schermo.

I test, hanno dimostrato che questa pellicola porta il materiale ad una durezza pari a quella dello zaffiro che nella scala di Mohs (quella che misura la durezza dei materiali – vedi anche: LE PROPRIETA’ DEI MATERIALI) è di 9H dove il valore più alto è 10H per il diamante e dove la durezza tipica degli schermi dei telefonini è normalmente compresa tra 2H e 5H.

ProtectPax01

La durata di questa pellicola protettiva non è però eterna; per circa un anno il dispositivo sarà perfettamente protetto, poi bisognerà effettuare nuovamente il trattamento. Il prodotto può essere applicato su molte superfici e rinforzare molti oggetti, come ad esempio occhiali, dispositivi elettronici, obiettivi fotografici ed altro.

Il prodotto è già ordinabile sulla piattaforma di crowdfunding Indiegogo al costo di soli 69$ per due dispositivi.

GUARDA I VIDEO:

//www.youtube.com/watch?v=72J39JmDkfM

PUOI LEGGERE ANCHE:
SCARICA L’ARTICOLO:

LIQUIPEL. La pelle molecolare che protegge dai liquidi

 Materiali  Commenti disabilitati su LIQUIPEL. La pelle molecolare che protegge dai liquidi
Feb 272012
 

Poco tempo fa ho pubblicato su EducazioneTecnica.com un articolo su di una nuova tecnologia Waterblock, che consentiva di proteggere i nostri devices dai liquidi attraverso l’applicazione di una nano-pellicola sulla loro superficie. Oggi quello che fino a ieri sembrava impossibile oggi è proposto da diverse società: smartphone e dispositivi elettronici possono essere resi completamente impermeabili. Tra le soluzioni è stata presentata quella di Liquipel; si tratta di un nano-rivestimento applicato a livello molecolare. Questo ha uno spessore inferiore di 1000 volte a quello di un capello umano e una volta applicato dura per sempre. l prodotto è stato accolto con sorpresa ed ha avuto un successo enorme  ovunque sia stato dimostrato. Una infinità di aziende ha chiesto di provare ed utilizzare sui propri dispositivi questa tecnologia che sembra proprio essere l’uovo di colombo per impedire definitivamente che qualunque dispositivo elettronico venga a contatto con liquidi possa danneggiarsi irrimediabilmente. Anche gli spettatori che hanno visto in prova alla fiera a Barcellona e al CES di Las Vegas il mese scorso il prodotto vorrebbero averlo sul proprio dispositivo. Per ora l’unico modo è spedire il proprio dispositivo per il trattamento negli Stati Uniti, ma Liquipel sta crescendo molto rapidamente, ragion per cui presto sarà disponibile anche in altri paesi.

Nessuna delle grandi società interessate, tra cui Apple e Samsung rilasciano dichiarazioni in merito, ma che vi siano contatti è certo.

______________________________________________

VIDEO CORRELATI

 

______________________________________________

ARTICOLI CORRELATI