FIDGET SPINNER L’ANTISTRESS VIRALE

 Innovazioni  Commenti disabilitati su FIDGET SPINNER L’ANTISTRESS VIRALE
Mag 102017
 

Fidget Spinner06

Anche l’Italia, ma soprattutto gli studenti italiani di tutte le scuole di ogni ordine e grado sono state contagiate dalla virale semplicità di un piccolo anti-stress chiamato Fidget Spinner. Si tratta di un’idea semplice ma indovinata, una moderna trottola in grado di incantare chi la usa.

Ha già conquistato gli Stati Uniti, dove i ragazzi non riescono a farne a meno e come tutte le mode che arrivano da oltre oceano anche questa sta diventando in brevissimo tempo un must nel nostro paese.

Fidget Spinner01

Il sistema di funzionamento è semplicissimo; un corpo centrale rotondo e piatto che può essere tenuto tra le dita della mano, dotato di un sistema di cuscinetti a sfera a cui è agganciato un corpo dotato di 2 o 3 alette. Colpendo queste ultime con un dito dell’altra mano, il sistema di cuscinetti a sfera del perno centrale, consente una rotazione delle alette quasi senza attrito. Sul mercato immediatamente sono comparse innumerevoli varianti per forma, colore e dimensione. Alcune sono anche dotate di luci LED e si illuminano al buio durante la rotazione rendendo l’effetto ancora più coinvolgente.

NEW YORK, NY - MAY 5: In this photo illustration, a woman holds a fidget spinner, May 5, 2017 in the Brooklyn borough of New York City. Fidget spinners have become the latest toy sensation and some schools have banned them because they've become a distraction. (Photo Illustration by Drew Angerer/Getty Images)

Un giochino semplice, economico, personalizzabile e geniale. Ma da dove arriva questo giochino?

Pare che l’ideatrice sia stata una signora americana, una certa Catherine Hettinger che ideò questo semplice oggetto circa 20 anni fa. La motivazione che portò Catherine a creare Fidget Spinner, fu dovuto al fatto che la figlia si era affetta da una malattia autoimmune conosciuta come miastenia gravis. In pratica questa malattia porta chi ne è contagiato ad un perenne stato di debolezza e affaticamento, così Catherine per intrattenere la figlia e fornirle uno strumento semplice e leggero per muoversi creò questa trottolina che brevettò nel 1997. Catherine non avrebbe mai potuto immaginare il successo planetario che questo oggetto avrebbe riscosso dopo 20 anni e così nel 2005 non ha rinnovato il brevetto a causa di gravi problemi economici.

Fidget Spinner04

Fidget Spinner05Intervistata ultimamente, comunque Catherine, si dice contenta che un suo progetto, indipendentemente dall’aspetto economico che la vede danneggiata, sia servito e risulti utile a tante persone nel mondo.
In ogni caso Fidget Spinner, ha conquistato anche il mondo e non è difficile vedere i nostri alunni all’opera con questi giocattolini dalla semplicità disarmante o gareggiare a chi ne colleziona di più.

PUOI LEGGERE ANCHE: