Mag 252018
 

Ogni tanto parlo anche di Educazionetecnica.dantect.it, ossia parlo di noi, e di quali incredibili risultati questo sito sta raggiungendo. Seguo sempre con grande attenzione i dati statistici sul pubblico, sulle visualizzazioni e sulla fidelizzazione degli utenti. Questo perché possa rendermi conto di come voi che usufruite di queste pagine possiate gradire o meno le informazioni e le divulgazioni che costantemente pubblico. Ogni mese, salvo rare eccezioni, questo sguardo, mi riserva sempre gradite sorprese. Gli indici che misurano il gradimento delle pagine del sito risultano costantemente in crescita e aprendo l’ultimo articolo nel quale parlavo dei risultati di Educazionetecnica, scritto il 6 giugno della scorso anno (vedi EDUCAZIONETECNICA ANCORA RECORDS), mi è venuto da sorridere, perché non avevo ancora realizzato la portata di questo miglioramento.

Estratto da EDUCAZIONETECNICA ANCORA RECORDS con i dati statistici relativi al 2017

L’immagine sopra è un estratto dell’articolo di un anno fa e come si può leggere avevamo raggiunto i 1.656 visitatori unici in una giornata e 70.134 nel miglior mese di tutti. Ho sorriso quando li ho letti a confronto con gli attuali:

Clicca per ingrandire – Record utenti in una giornata (martedì 22 maggio 2018)

Clicca per ingrandire – Record visualizzazioni in una giornata (martedì 22 maggio 2018)

Clicca per ingrandire – Media visualizzazioni di pagina dal 6 ottobre ad oggi

Dalle schermate qui sopra è facile constatare come la situazione sia ulteriormente migliorata avendo superato spesso i 2.500 utenti unici giornalieri e raggiungendo le oltre 4.500 visualizzazioni quotidiane. Inoltre, le visualizzazioni per pagina hanno raggiunto le 100.000 nel mese tranne che a dicembre e aprile perché coincidenti con i periodi di vacanza.

Che dire a fronte di ciò? Posso solo ringraziare tutti per l’ennesima volta, per aver permesso al sogno di questo docente italiano di realizzarsi e per aver contribuito al successo di queste pagine nell’immenso spazio della rete.

Allora non mi resta che ringraziare i 2.500 di voi che ogni giorno leggono, si informano e curiosano tra le righe tecnologiche di questo sito e sperare che la prossima volta che scriverò di noi saremo diventati, chi lo sa, 3.000?

Buona lettura a tutti e infinite grazie dal prof. Betto

ALTRE IMMAGINI:

Utenti e nuovi utenti dal 6 ottobre 2017

Percentuale visitatori nuovi e fidelizzati

Visitatori per città

Browser utilizzato per accedere al sito

Sistema operativo utilizzato da chi si collega

Gen 282016
 
VOTA QUESTO ARTICOLO SU:logo

Li-Fi-technology

Forse la trasmissione dati a distanza sta per cambiare per sempre. Dall’intuizione e scoperta di Harald Haas dell’università di Edimburgo, si sta passando alla sperimentazione sul campo in alcuni uffici a Tallin in Estonia.

Sto parlando del Li-Fi, un nuovo sistema di trasmissioni dati senza fili che dovrebbe sostituire l’ormai obsoleta connessione Wi-fi che tutti utilizziamo a casa e in ufficio.

Si tratta di un sistema che sfrutta la luce visibile nelle frequenze comprese tra 400 e 800 terahertz, e riesce attraverso un codice binario a trasmettere un enorme quantità di dati ad una velocità fino a 100 volte superiore a quella del wi-fi.

Li-Fi-2

Secondo Haas, l’unica cosa da fare per rendere la rete disponibile in ogni luogo, è quella di inserire un microchip in ogni dispositivo di illuminazione presente negli ambienti domestici e non.

I vantaggi secondo quanto dichiarata dallo stesso ideatore sarebbero molteplici. Innanzitutto la mancanza di interferenze al di fuori dello spettro ottico entro il quale avviene lo scambio dei dati, quindi molta sicurezza nella trasmissione dati.

Si realizzerebbe un notevole risparmio energetico in quanto non sarebbe necessario realizzare dispositivi appositi, ma basterebbe utilizzare le normali lampadine di cui tutti gli ambienti sono dotati.

Si potrebbe diffondere l’uso di questa tecnologia in quegli ambienti in cui è vietata per problemi di interferenze come ad esempio gli ospedali e soprattutto gli aerei, con il vantaggio, inoltre, di poter utilizzare la tecnologia di trasmissione ovunque senza particolari problemi di adattamento o predisposizione utilizzando semplicemente la luce e non le costose e limitate onde radio.

Le promesse sono enormi. Basti pensare che ogni lampadina può diventare un hot-spot di trasmissione e ricezione dati. L’impulso elettrico, trasformato in impulso luminoso viaggerebbe attraverso frequenze non visibili all’occhio umano (infrarossi) raggiungendo gli ipotetici 224 gigsbits al secondo di velocità, inimmaginabili con le normali reti wi-fi.

GUARDA I VIDEO:

PUOI LEGGERE ANCHE:
SCARICA L’ARTICOLO:
Gen 132016
 

2012-emailteaserAnche quest’anno condivido con voi il rapporto annuale con le statistiche del sito.

E’ un anno che posso definire magico, perché ci ha visto crescere in maniera esponenziale. Raggiungiamo oramai più di 700 visitatori al giorno e le visualizzazioni battono ogni settimana i records precedenti: siamo a quasi 1700 visualizzazioni giornaliere con medie settimanali di oltre 1200. Questi numeri hanno duplicato i risultati già fantastici dello scorso anno e ci avviciniamo a grandi passi alle 2.000 visualizzazioni/giorno.

Questo lo debbo a tutti voi, alunni, docenti, curiosi che continuamente mi inviate feed-back e complimenti, soprattutto i docenti, che mi scrivete ringraziandomi dell’ottimo lavoro e dell’aiuto che queste pagine forniscono alla vostra didattica nel quotidiano.

Gli utenti iscritti in questi anni siete oltre 2.500 e continuate a crescere ogni giorno.

Nel mese di ottobre abbiamo sfiorato le 38.000 visualizzazioni e nell’anno 2015 sono state oltre 253.000, numeri impressionanti che attestano la qualità e l’apprezzamento della tanta fatica infusa.

Da ottobre poi ci siamo duplicati sul sito a corredo della Tecnologia della casa editrice Lattes con la quale mi fregio di collaborare, ilTechnologico, e sono nate altre riviste digitali su Flipboard diventando 4 che contano oltre 100 articoli e 93 follower.

IoSTUDIOGli articoli che tutti i giorni leggete, hanno superato i 500 e a questi si stanno pian piano aggiungendo gli “IoSTUDIO“, specifici articoli, mirati allo studio da parte degli alunni della secondaria di primo grado, privi dell’eccessivo approfondimento che trovate sugli articoli normali.

Non posso che RINGRAZIARE tutti per la pazienza e la passione che mettete tutti i giorni nel seguirmi e nel leggermi e per ringraziarvi in maniera adeguata, non posso far altro che continuare a migliorare e potenziare queste pagine.

Presto grandi novità, cambiamenti profondi, vi faranno apprezzare ancora di più questo spazio, fornendovi sempre più strumenti per la didattica e la vostra professione.

Non mi resta che lasciarvi al REPORT ANNUALE e augurare ancora una volta a tutti un sereno e TECNOLOGICO 2016.

Clicca sul banner qui sotto

Schermata 2016-01-12 alle 23.27.38

Lug 152012
 

Tra qualche mese EDUCAZIONETECNICA.COM compie il suo primo anno di vita, una esistenza legata alla tecnologia è vero, ma soprattutto al mondo della scuola al quale si rivolge attraverso i suoi contenuti. L’11 settembre 2011, data evocativa per gli eventi accaduti quel giorno nel recente passato, ho dato vita a questa creatura informatica, pieno di dubbi e di incertezze. A distanza di quasi un anno questa piccola creatura che si è affacciata sulla rete, è diventata più matura, ha cambiato veste, si è arricchita di contenuti e soprattutto ha attratto tanti, tanti fans da ogni parte del mondo. E questo, è un grande risultato se riferito al segmento specifico verso il quale questo sito si rivolge. Ogni giorno centinaia di utenti leggono, curiosano e traggono spunto dai contenuti delle pagine, e diffondono il nostro nome. Un successo dovuto soprattutto agli studenti, alle loro famiglie ma anche ai tanti curiosi che scoprono notizie sempre nuove e articoli ricchi di spunti e informazioni. Ero certo che dopo la chiusura delle scuole e la fine degli esami, i contatti sarebbero drasticamente calati, e così è stato, ma con una piacevole sorpresa. Il crollo verticale che pensavo sarebbe avvenuto, non c’è stato; questo significa che in un anno educazionetecnica.com ha saputo crearsi uno spazio sulla rete e probabilmente la qualità dei suoi contenuti hanno fidelizzato anche altri utenti che non sono solo gli alunni della mia scuola. Ed effettivamente, andando a analizzare i dati di contatto registrati quotidianamente dal gestore del server che ospita il sito, ci si accorge come queste pagine vengano visitate quotidianamente da utenti di tutta Italia ma anche da angoli impensati del pianeta. Gli Stati Uniti sono sicuramente il luogo dal quale si registrano i maggiormente accessi internazionali, ma anche dalla comunità europea e dal sud-est asiatico. Ma ogni giorno sono sempre di più i luoghi e le persone che ci leggono e ci guardano. Grazie a questi accessi, educazionetecnica.com è diventata la pagina più visitata in Google Search digitando le parole “educazione tecnica“, superando realtà che sono sulla rete da molto più tempo. Grazie alla vostra collaborazione, la struttura del sito è diventata via via quella che oggi conoscete e continuerà a cambiare nella direzione di un miglioramento continuo dei contenuti e della fruibilità. Ed è proprio grazie alla pazienza e alla passione che avete dedicato alla lettura e consultazione di queste pagine che, oggi ho deciso di “dare un po’ di numeri“, nel senso di farvi conoscere dati statistici e curiosità che ogni giorno caratterizzano questo sito che io, come amministratore, quotidianamente osservo.

DIAMO I NUMERI: dall’inizio ad oggi, sono stati più di 100.000 i contatti unici, ma da quando li registro costantemente, ossia dal 22 dicembre 2011, gli accessi unici sono stati 74.820, con un picco a maggio di 16.287 contatti e una media di 525 accessi al giorno. Sempre a maggio è stata registrata la settimana con maggior afflusso con 3.958 accessi e il record giornaliero di sempre con 773 accessi unici registrato il 16 maggio.

Tanti sono stati gli articoli scritti da me, da collaboratori come Tuccio Fazzio o dai ragazzi della Dante. Ad oggi sono esattamente 163 e vi assicuro alcuni sono stati letti e continuano ad essere letti quotidianamente con grande assiduità. Andando a scavare tra questi dati, viene fuori una top ten degli articoli che vede così fotografato il vostro gradimento:

1. BURJ KHALIFA l’uomo ha toccato il cielo

L’articolo pubblicato nella categoria Architettura, racconta della costruzione e dei records dell’opera architettonica più alta al mondo, ben 828 metri realizzata a Dubai negli Emirati Arabi uniti.

Uno degli articoli più anziani pubblicato su queste pagine il 22 settembre 2011. E’ stato letto ad oggi 3.401 volte con una media per giorno di più di 11 accessi.

A conferma di ciò, ricordo che quest’articolo è stato votato da voi nel sondaggio di novembre come miglior articolo di questo sito.

2. La CENTRALE IDROELETTRICA

Articolo pubblicato nella categoria Energia, spiega tutte le meraviglie tecniche e le soluzioni trovate per sfruttare l’energia potenziale contenuta nell’acqua, inesauribile fonte alternativa di energia.

L’articolo è stato pubblicato il 22 gennaio 2012 e a oggi è stato letto da 3.136 persone con una media giornaliera di oltre 18 accessi, condizione che sul lungo periodo potrebbe portarlo a superare quello sul Burj Khalifa.

3. Le ASSONOMETRIE

Articolo pubblicato nella categoria Disegno, descrive la tecnica di rappresentazione grafica della proiezione assonometrica nelle diverse espressioni di Isometrica, Monometrica e Cavaliera.

L’articolo è stato pubblicato il 30 gennaio 2012 e a oggi ha avuto un riscontro di 1.523 accessi unici che in media sono oltre 9 accessi giornalieri.

4. PROIEZIONI ORTOGONALI – pubblicato l’8 novembre 2011 e letto 1.222 volte.

5. XBOX 720 vs PLAYSTATION 4 – pubblicato il 15 gennaio 2012 e letto 1.202 volte.

6. Le CENTRALI SOLARI a Concentrazione – pubblicato l’8 febbraio 2012 e letto 950 volte.

7. Le CENTRALI EOLICHE (Wind Farm) – pubblicato l’8 gennaio 2012 e letto 810 volte.

8. Le CENTRALI GEOTERMICHE -pubblicato il 21 marzo 2012 e letto 724 volte.

9. FOTOVOLTAICO e SOLARE a bassa temperatura – pubblicato 15 febbraio 2012 e letto 707 volte.

10. FREEDOM TOWER NEW YORK: rinasce il WTC – pubblicato l’1 maggio 2012 e letto 675 volte.

Se andiamo ad analizzare gli articoli in base alla loro categoria di appartenenza scopriamo che per ciascuna di esse, l’articolo vincitore è il seguente:

ARCHITETTURABURJ KHALIFA l’uomo ha toccato il cielo (3.401 visite)

DIDATTICAQuando il VETRO GALLEGGIA: float glass (333 visite)

DISEGNOLe ASSONOMETRIE (1.523 visite)

ENERGIALa CENTRALE IDROELETTRICA (3.136 visite)

EVENTIL’@MAIL compie 40 anni (257 visite)

MATERIALIPANNELLI: l’evoluzione tecnologica del legno (192 visite)

MEDIAXBOX 720 vs PLAYSTATION 4 (1.202 visite).

I TAGs, ossia le parole chiavi di riferimento per le ricerche, maggiormente utilizzate sul nostro sito sono:

1. Apple utilizzato ben 45 volte;

2. iPhone utilizzato 20 volte;

3. iPad utilizzato 19 volte;

4. disegno utilizzato 13 volte;

5. energia utilizzato 12 volte.

Tra le chiavi di ricerca che, dall’esterno hanno portato sulle nostre pagine, quelle maggiormente utilizzate sono state: Burj Khalifa (2.502 volte), Educazione Tecnica (1.025 volte), Playstation 4 (735 volte), www.educazionetecnica.it (577 volte), educazionetecnica.com (455 volte), alternatore (433 volte), freedom tower (423 volte).

I giorni della settimana con maggior traffico sono il martedì e il giovedì mentre gli orari con maggior traffico sono quelli pomeridiani, compresi tra le 18 e le 22.

Osservando, infine, da dove avvengono i contatti, l’Italia risulta ovviamente il paese con maggiori accessi a cui seguono gli Stati Uniti, la Germania, la Gran Bretagna, la Cina, la Svizzera, la Federazione Russa, la Svezia, la Repubblica Ceca, Francia, Giappone, Ucraina,…..

Gli accessi arrivano per il 75% da Sistemi Operativi con Windows, il 17% Mac, il 5% Linux e poi sistemi mobile.

Il browser con il quale si accede maggiormente è Google Chrome a cui seguono, Explorer, Firefox e Safari.

Entriamo ora più nel merito della didattica della Dante Alighieri e scopriamo i vincitori tra le classi che hanno adoperato il sito come strumento di lavoro e studio. E’ ovvio che si tratta delle mie classi, coloro che hanno contribuito a questo successo e che hanno fatto da sperimentatori in tutti i tentativi e prove. Ovviamente non si tratta di una competizione, ma fa piacere farvi conoscere con quale assiduità e passione avete frequentato queste pagine:

1. classificata la TERZA D con 4.035 accessi.

2. classificata la PRIMA D con 3.276 accessi.

3. classificata la TERZA I con 2.825 accessi.

4. classificata la SECONDA I con 2.636 accessi.

5. classificata la SECONDA H con 2.101 accessi.

6. classificata la TERZA H con 1.976 accessi.

7. classificata la SECONDA D con 1.933 accessi.

8. classificata la PRIMA I con 1.668 accessi.

9. classificata la PRIMA H con 1.366 accessi.

Ma non vi siete limitati ad accedere alla pagine; avete anche commentato, salutato, ringraziato, discusso attraverso lo strumento dei COMMENTI. Strumento utilissimo per comprendere le vostre necessità, per correggere al volo errori pubblicati sulle pagine, per rispondervi in tempo reale sulle tematiche di vostro interesse. I commenti sono stati 909 quelli approvati. E da qui è nata l’idea di pubblicare sulla prima pagina del sito la graduatoria dei più chiacchieroni, ossia di coloro che maggiormente hanno utilizzato tale strumento come mezzo di informazione e comunicazione. Qui in realtà è difficile stabilire in assoluto chi sia stato il più chiacchierone, in quanto molti di voi si sono registrati più volte, e hanno commentato con i diversi account di registrazione, dividendo in questo modo i propri commenti tra le diverse identità registrate.

A proposito, da quando ho inserito la registrazione obbligatoria, gli utenti registrati a EducazioneTecnica.com siete stati 203 tra alunni, genitori, amici, colleghi e esterni.

___________________________

Spero di non avervi annoiato con tutti questi numeri, ma avevo piacere di raccontarvi un anno di educazionetecnica.com. E’ ovvio, dietro questi risultati ve ne sono tanti altri meno visibili ma altrettanto importanti, come l’approvazione e l’incitazione che ognuno di voi manifesta quotidianamente. Il vostro parere espresso attraverso i sondaggi, ma soprattutto attraverso i commenti e più ancora tramite le email, mi stordisce e mi sorprende ogni volta. Spero di meritare tutto quello che mi esprimete. Una cosa è certa: la vostra approvazione è sicuramente, al di la dei numeri, il maggior stimolo per migliorare ogni giorno queste pagine. Grazie a tutti voi.