prof. Carmelo Grillo

Apr 212012
 

Eppur si muove; come per la celebre frase della lingua italiana, pronunciata da Giuseppe Baretti in riferimento al moto terrestre, qualcosa si muove anche nel panorama di educazionetecnica.com. La passione, la costanza, l’entusiasmo che mettete nell’accedere a queste pagine, stanno pian piano coinvolgendo altri colleghi/amici della scuola. Oggi, infatti, scrivo per festeggiare con voi e accogliere nel nostro universo un professore della Dante Alighieri nonché un amico professionista: il prof. di Arte e Immagine, Carmelo Grillo. Nella sua lunga carriera, insegna dal 1987, ha spaziato dagli istituti di istruzione superiore alle scuole medie, portando con se un bagaglio di conoscenze e di innovazione nella didattica. La sua preparazione in campo artistico, non gli ha impedito di approfondire temi diversi, quali il disagio e gli aspetti digitali nella scuola. Ora è alla Dante Alighieri di Catania dove si occupa, tra l’altro con grande successo, della realizzazione del Presepe natalizio scolastico, rappresentazione ormai immancabile nell’istituto catanese. Carmelo, contagiato dal mio entusiasmo ha deciso di unirsi a noi e realizzare l’articolo (cui sono sicuro ne seguiranno altri) che vi propongo di seguito. Buona lettura.

prof. Carmelo Grillo docente di Arte e Immagine presso la S.S.Igr. Dante Alighieri di Catania

Nella sperimentazione quotidiana, ho cercato di trasmettere e far conoscere ai discenti, desiderosi di apprendere e sperimentare, l’antica tecnica della cartapesta. Questa, tramandataci da maestri artigiani, attraverso la manipolazione e la creazione della forma nello spazio, consente agli alunni di esprimersi liberamente, dando sfogo alla creatività e alla fantasia, animando superfici e costruendo progetti sempre più complessi. In una fase di avvio cerco di separare gradualmente lo studio elementare sviluppato attraverso attività di gioco libero, dalla parte della creatività vera e propria; si perfezionano la parte progettuale, attraverso le conoscenze e l’ausilio di tecniche varie quali prospettiva, modellistica e plastica, e la parte manuale attraverso il linguaggio grafico-espressivo. Gli alunni, con i loro lavori tridimensionali, riescono così ad esprimersi liberamente e a realizzare, nel contempo, opere che riproducono contesti temporali e correnti artistiche precise. Questo è possibile attraverso attività di ricerca, di approfondimento e di analisi, sia di edifici storico-artistici della propria città che le correnti artistiche in questi rappresentati. Nelle lezioni, viene dato ampio spazio a questo tipo di attività, ricercando materiale specifico in particolar modo della nostra tradizione cittadina e regionale. Il risultato di questa elaborazione in parte di ricerca e in parte di creatività manuale è quello di far rivivere l’esperienza della bottega artigiana; usi, costumi, sapori e linguaggi della nostra terra, attraverso la descrizione  dei più importanti oggetti ed eventi del nostro passato.

La partecipazione è sempre stata viva e l’interesse grande, sia per le attività creativo-manuali che per quelle di approfondimento, proposte sempre sotto la guida attenta dell’insegnante. Tali attività vengono svolte sia individualmente che in gruppo, al fine di sviluppare capacità creativo-manuali e collaborative in ognuno di loro. Questa attività, ha consentito ai discenti, l’esplorazione di nuove tecniche imparate divertendosi, sia da soli che in compagnia.

Di seguito le immagini dei lavori realizzati dagli alunni delle classi 3F, 2E, 1D, 2D, 1F (S.S.I gr.Dante Alighieri CT, a.s.2011/12).

Galleria