Feb 132018
 

Non tutti ricorderanno Jeeg Robot D’Acciaio, il robottone giapponese che si assemblava magneticamente richiamato dalla testa, il protagonista Hiroshi Shiba, che aveva il potere di trasformarsi nell’enorme automa guerriero. Forse sarà stato proprio Jeeg a venire in mente ai ricercatori dell’Università della Pennsylvania, forse no, fatto sta che la loro ultima creazione lo ricorda proprio da vicino.

Si tratta di ModQuad, un nugolo di droni capaci di assemblarsi in volo attraverso potenti magneti, proprio come faceva Jeeg nel cartone animato. Questo consente loro di creare strutture complesse in grado di collaborare per sollevare e spostare oggetti anche pesanti. Ogni modulo è composto da quattro rotori ed è racchiuso all’interno di una gabbia di fibra di carbonio che monta sugli spigoli dei magneti che consentono ai diversi moduli, quando sono vicini di unirsi a formare strutture complesse simmetriche o asimmetriche, mantenendo perfettamente la stabilità di volo.

Il progetto è ancora allo stato iniziale, ma promette già bene. Secondo il capo ricerca Mark Yim, ModQuad, potrebbe essere utilizzato in diverse applicazioni. Ad esempio li dove la forza di un unico elemento non è in grado di spostare l’oggetto, o per arrivare in zone inaccessibili per un unico grande drone, così che tanti piccoli possano diventare un’unico più grande per poi scomporsi e svolgere lavori individuali.

Anche l’affidabilità del sistema dovrebbe essere garantita, perché il danneggiamento o il malfunzionamento di uno dei moduli non dovrebbe pregiudicare il funzionamento dell’insieme. Vedremo quali saranno i futuri sviluppi di questa ingegnosa invenzione.

GUARDA I VIDEO:

PUOI LEGGERE ANCHE:
Seguici e mettici “like”: